Blog

Cosa c’è che non va nel documento “Per una nuova identità” di Articolo 1: la scuola

Articolo 1presenta un documento come base di discussione per rilanciare una nuova identità di sinistra. E’ una base di discussione ampia e generosa, sono 43 pagine ed in tempi in cui la politica twitta è un segno di discontinuità. Abbiamo bisogno di discussione e protagonismo e le cose complicate non possono essere ridotte ai 140 caratteri di Twitter. Bene quindi, ma il documento ha delle pecche: non fa i conti con quanto è accaduto, fraintende l’analisi, appare un documento ancorato al passato recente.

QUELLE QUATTRO COSE CHE PENSO DI SAPERE QUANDO SI PARLA DI SCUOLA

DUE DOVEROSE PREMESSE

Quando si parla di scuola occorre partire da due premesse da cui scaturisce tutto il resto.

LA PRIMA: la scuola non è “neutra”, un modello di scuola prevede un modello di società.

Una parola: lavoro

Una riunione per parlare dei referendum sociali, opportuna e necessaria perché non solo è necessario andare a votare e provare a vincere questi referendum, ma perché costituisce un’occasione per cominciare a riflettere sul lavoro e sul suo ruolo nella società.

Solo alcuni spunti frammentari perché la discussione è complessa, partirei da un passaggio di un editoriale di Michele Serra in cui, parlando della minacciata scissione del PD, afferma:

Elettroserratura: la parte server

 
Cominciamo con la pubblicazione delle pagine php lato server dell'elettroserratura.
Non dirò nulla sull'installazione e la configurazione di Apache, Mysql, PHP perché l'argomento esula da quanto stiamo facendo e costituisce una sorta di prerequisito, ma non è difficile installare un sistema LAMP (Linux-Apache-Mysql-PHP) o WAMP (Windows-Apache-Mysql-PHP) e su internet si trovano una miriade di ottimi tutorial.
I file necessario sono sette, io li ho chiamati così:
     abilita.php
     action.php
     config.php
     controllo.php

Elettroserratura: caratteri generali del progetto e schema

Il sistema prevede che Arduino legga il tag RFID, trasmetta il valore ad un server WEB, che lo controlla in un database e invia una risposta ad Arduino che reagisce di conseguenza attivando una luce rossa, per la risposta negativa, o il relay, per la risposta positiva.

Per cui è composto da una parte client (Arduino-Lettore RFID-Relay) ed una parte server, LAMP (Linux-Apache-Mysql-PHP) o WAMP, non sia mai.

Per quanto riguarda la parte client abiamo già descritto nella puntata precedente i componenti, per quanto riguarda la parte Server ho utilizzato:

Linux-Gentoo;

Elettroserratura: l'assemblaggio del lettore RFID e del Led RGB

Innanzitutto occorre montare lo shield ethernet su Arduino. E' abbastanza semplice, basta far combaciare i piedini dello shield con i connettori di Arduino.

Poi si può sistemare il lettore RFID MFR522 sulla breadboard, si alimenta a 3,3 volt. Con i cavetti si collega da sinistra verso destra come segue

RFID     PIN     colore

SDA       8       BLUE

SCK     13       NERO

MOSI    11      GIALLO

MISO    12     VERDE

IRQ

GND    GND    NERO

RST      9        ARANCIONE

VCC    3.3       ROSSO

L'elettroserratura: il materiale (Seconda puntata)

Di seguito l'elenco ragionato del materiale utilizzato

Elettroserratura con comando RFID, controllo accesso e logging

Comincio la pubblicazione di un tutorial per la realizzazione di un prototipo di un 'impianto di comando di un'elettroserratura  

Cosa posso aspettarmi dal mio esame? Ovvero della scuola e la valutazione, all'origine del contenzioso scuola-famiglia, un'analisi psico-matematica. Quarta puntata.

Dopo aver descritto in tre puntate il demenziale sistema di valutazione in uso nella scuola resterebbe il problema del perché valutare. Infatti sembrerebbe che il sistema sia stato creato per rendere la valutazione “oggettiva” e quindi permettere la rilevazione “scientifica” dei risultati per permettere di affermare con “certezza” se i risultati ottenuti siano sufficienti o meno, preludendo o ad una selezione o almeno ad interventi che recuperino le lacune.

Cosa posso aspettarmi dal mio esame? Ovvero della scuola e la valutazione, all'origine del contenzioso scuola-famiglia, un'analisi psico-matematica. Terza puntata.

Continuiamo nella descrizione delle metriche, poi nella puntata conclusiva commenterò il termine.

Siamo all'esame di stato il 25% del mio esame è già deciso, è il mio credito scolastico. Siccome il bonus può aggiustare al massimo del 5% il mio voto finale è già deciso per ¼ .

Pagine

Abbonamento a Feed RSS - blog